Per una giustizia indipendente, imparziale e accessibile a tutti

Efficiency of justice

Una giustizia indipendente, imparziale e aperta a tutti

Efficacia della giustizia


L'azione del Consiglio d'Europa nell'ambito giudiziario si basa sull'articolo 6 della Convenzione europea dei Diritti dell'Uomo per la quale ''Ogni persona ha diritto a che la sua causa sia esaminata equamente, pubblicamente ed entro un termine ragionevole da un tribunale indipendente e imparziale, costituito per legge, il quale sia chiamato a pronunciarsi sulle controversie sui suoi diritti e doveri di carattere civile o sulla fondatezza di ogni accusa penale formulata nei suoi confronti''. Questo articolo è uno dei pilastri di ciò che definiamo comunemente come ‘Stato di diritto'.

Al fine di contribuire al rispetto dell'articolo 6, il Consiglio d'Europa ha creato un Consiglio consultivo dei giudici europei (CCJE), composto esclusivamente da giudici in rappresentanza dei 47 stati membri dell'Organizzazione. La funzione del CCJE è di consolidare l'indipendenza, l'imparzialità e la competenza dei giudici.

A fianco del CCJE, istituzione unica in seno alle organizzazioni internazionali, la Commissione europea per l'efficacia della giustizia (CEPEJ), è impegnata nella promozione della qualità dei sistemi giuridici e del servizio pubblico della giustizia.

Le attività di questi due organi sono complementari ai lavori condotti dal Consiglio consultivo dei procuratori europei (CCPE) e dalla Rete di Lisbona per la formazione dei magistrati.

La Commissione europea per l’efficacia della giustizia celebra i suoi 10 anni di sforzi a favore dell’efficienza e della qualità della giustizia e dei tribunali

La Commissione europea per l’efficacia della giustizia (CEPEJ) celebra il 6 dicembre il suo 10° anniversario. L’evento fornirà l’occasione di fare un bilancio delle attività della CEPEJ nell’ultimo decennio e del suo contributo al miglioramento della qualità della giustizia e dell’efficienza del suo funzionamento nei 47 Stati membri del Consiglio d’Europa. La cerimonia sarà seguita da una riunione plenaria della CEPEJ, il 7 dicembre, che verterà essenzialmente sul nuovo programma di valutazione dei sistemi giudiziari europei per il 2012-2014.

Figureranno tra gli altri temi all’ordine del giorno il rapporto della CEPEJ "Durata dei procedimenti giudiziari negli Stati membri del Consiglio d’Europa, sulla base della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’uomo ", nonché la realizzazione di un Osservatorio permanente della giustizia europea.p/>

Nuove raccomandazioni sulla gestione dei mezzi a disposizione del Pubblico Ministero

Il Consiglio consultivo dei procuratori europei (CCPE) ha adottato un parere sulla gestione dei mezzi a disposizione del Pubblico Ministero in occasione della sua ultima riunione plenaria (Strasburgo, 26-27 novembre 2012). L’analisi della situazione nei diversi Stati membri ha dimostrato che gli stanziamenti concessi ai pubblici ministeri risultano insufficienti, tanto più in periodo di crisi economica che rende necessaria una razionalizzazione della gestione delle risorse. Il parere del CCPE fornisce raccomandazioni per individuare i bisogni, distribuire e utilizzare, in modo più efficace, le risorse del Pubblico Ministero. Il Comitato dei Ministri prenderà atto di questo parere nel gennaio 2013.

La CEPEJ pubblica il rapporto di valutazione dei sistemi giudiziari europei

Strasburgo, 20.09.2012 – La Commissione europea per l’efficacia della giustizia (CEPEJ), ha reso pubblico oggi il suo quarto rapporto di valutazione dei sistemi giudiziari europei, in occasione della Conferenza dei Ministri della Giustizia a Vienna (Austria), in presenza della Vice Segretario generale del Consiglio d’Europa, Gabriella Battaini-Dragoni, di ministri della giustizia e segretari di Stato alla giustizia e di eminenti personalità del mondo giuridico e politico dei 47 Stati membri dell’Organizzazione. (segue...)

Giornata europea della giustizia civile

Celebrata il 25 ottobre di ogni anno, questa manifestazione ha il fine di avvicinare la giustizia civile ai cittadini, permettendo loro di conoscere meglio il funzionamento della giustizia e dei metodi a cui far ricorso per far valere i propri diritti.

Crea/Mostra articolo

Il Tribunale amministrativo di Yambol (Bulgaria) vincitore del Premio Bilancia di cristallo della giustizia 2010: "Uguali dinanzi alla legge, ma non sempre davanti alla lingua – Una migliore comunicazione tra i tribunali e i cittadini"
Il Premio Bilancia di cristallo della giustizia, che ricompensa pratiche giudiziarie innovative, è stato conferito il 25 ottobre a Lubiana in occasione della Giornata europea della giustizia civile. (segue...)

Rapporto di valutazione sui sistemi giudiziari europei

Il quarto rapporto di valutazione sui sistemi giudiziari europei è ora pubblico.

Multimedia

In una recente intervista, il Segretario della CEPEJ, Stéphane Leyenberger, ha ricordato gli obiettivi principali del rapporto di valutazione della CEPEJ sui sistemi giudiziari europei, uno strumento importante che permette di orientare le necessarie riforme dei sistemi giudiziari. (segue...)

Gestione del tempo nelle procedure giudiziarie: