Lotta al razzismo

Fight against racism

Razzismo e intolleranza


Trovare soluzioni sostenibili a livello locale, nazionale ed europeo


Il Protocollo n° 12 alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo, aperto alla firma nel 2000 a Roma, definisce illegali tutte le forme di discriminazione perpetrate da enti pubblici, qualsiasi sia la motivazione. La discriminazione razziale è pertanto considerata una violazione dei diritti umani.

La Corte europea dei diritti dell'uomo sovrintende all'attuazione delle disposizioni del Protocollo nº 12 e, nella maggior parte degli Stati firmatari, il protocollo è direttamente applicabile dai tribunali nazionali.

Il Consiglio d'Europa ha, inoltre, creato una Commissione europea contro il razzismo e l'intolleranza (ECRI), composta da membri indipendenti. La Commissione pubblica regolarmente relazioni sui fenomeni di razzismo e di intolleranza negli Stati membri del Consiglio d'Europa. L'ECRI organizza, inoltre, tavole rotonde con i rappresentanti della società civile e adotta raccomandazioni politiche generali destinate ai governi.

Crea/Mostra articolo

Oggi più che mai, l'Europa deve lottare contro ogni forma di razzismo e xenofobia


''Nell’Europa odierna, sempre più eterogenea, non dobbiamo mai dimenticare il principio fondamentale secondo cui tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti'', ha dichiarato Ahmet Davutoğlu, presidente del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale del 21 marzo. ''Oggi più che mai, nel momento in cui rispondiamo alle sfide delle nostre società in trasformazione, dobbiamo lottare contro ogni forma di razzismo e xenofobia''.
 

Spot TV

"Vivere insieme - amicizia inattesa"