Bioetica: Il necessario equilibrio tra progresso e rispetto della dignità umana

Bioetica


L'equilibrio necessario tra progresso e rispetto per la dignità umana


La ricerca biologica e medica e gli sviluppi tecnologici hanno permesso di fare progressi formidabili in ambito sanitario. Questi vantaggi, tuttavia, sollevano questioni etiche che riguardano l’individuo e la protezione dei suoi diritti e della sua dignità (genetica, procreazione assistita, diagnosi prenatale, ricerca sulle cellule staminali, ecc.).

La Convenzione di Oviedo del 1997 sui diritti dell’uomo e la biomedicina stabilisce i principi fondamentali in materia di etica biomedica. La Convenzione è stata completata da tre Protocolli addizionali relativi al divieto di clonazione di esseri umani, al trapianto di organi e alla ricerca biomedica.

La Conferenza europea dei Comitati nazionali di etica (Cometh) è nata con l’obiettivo di promuovere la cooperazione tra gli organismi nazionali di etica negli Stati membri del Consiglio d’Europa. Essa gioca un ruolo importante nella promozione del dibattito pubblico su tutte le questioni derivanti dagli sviluppi della sanità e delle scienze biomediche.

L’obiettivo del Consiglio d’Europa, nel campo della bioetica, è trovare un giusto equilibrio tra la libertà di ricerca e la protezione delle persone.

3ª edizione del Forum europeo di Bioetica (28 gennaio - 2 febbraio 2013, Strasburgo)

Nel corpo umano non c’è nulla da scartare: organi malati, urine, sangue, cornee, midollo osseo, sperma, feto… tutto può essere utilizzato, riciclato e, ancor più preoccupante, commercializzato sul mercato mondiale delle parti del corpo umano.

Concentrandosi sul corpo umano riferendosi alle sue componenti, 135 esperti si riuniranno per discutere con il pubblico. Tra di loro, 3 rappresentanti del Consiglio d’Europa:

  • - Philippe Boillat, Direttore generale dei Diritti Umani, e Maud de Boer-Buquicchio, ex Vice Segretario generale dell’Organizzazione, apporteranno importanti contributi al dibattito su “Donazione e consenso: una questione di interpretazione personale”, martedì 29 gennaio, dalle ore 16:00 alle ore 18:00, nella Salle de l’Aubette.
  • - Laurence Lwoff, Segretario del Comitato europeo di Bioetica, parteciperà al dibattito “Il corpo umano, una fonte di prodotti”, mercoledì 30 gennaio, dalle ore 12:15 alle ore 14:00, presso la Librairie Kléber.

Spiegare i test genetici

Strasburgo, 31.10.2012 – In quali casi sono previsti i test genetici? Per ricercare che cosa? Come interpretarne i risultati? Tante domande alle quali un nuovo opuscolo fornisce risposte comprensibili. Questo documento è stato elaborato dal Consiglio d’Europa con il sostegno della Società europea di genetica umana e di Eurogest.

 I test genetici rappresentano un progresso considerevole per la salute umana e sono ormai sempre più impiegati nella pratica medica. Tuttavia il loro utilizzo non è privo di implicazioni per le persone interessate. (segue...)


Biobanche e collezioni biomediche

Il 19 e 20 giugno si terrà a Strasburgo (Francia) il simposio sulle biobanche e le collezione biomediche – un quadro etico per le future ricerche, organizzato dal Comitato di Bioetica (DH-BIO).

L’obiettivo del simposio è quello di fornire al DH-BIO una base per il riesame della Raccomandazione (2006)4 del Consiglio d’Europa relativa alla ricerca sul materiale biologico di origine umana.

A tale scopo, il simposio esaminerà i passi in avanti che i settori delle biobanche e della ricerca hanno effettuato attraverso l’utilizzo di materiale biologico di origine umana in seguito all’adozione della Raccomandazione. L'evento prenderà anche in considerazione gli eventuali sviluppi di questi settori al fine di valutare le questioni di ordine etico e giuridico, racchiuse nella Raccomandazione, che questi potrebbero sollevare. (segue)

Dossier connesso