Dialogo interculturale e interreligioso

Intercultural and interreligious dialogue

La diversità culturale rappresenta una condizione essenziale dell'odierna società umana. La promozione del dialogo interculturale mira a rendere tale diversità una fonte di ricchezza reciproca e a favorire la comprensione, la riconciliazione e la tolleranza.

La strategia del Consiglio d'Europa in quest'ambito consiste nel porre il dialogo interculturale al centro del mandato generale dell'Organizzazione volto a promuovere i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto rafforzando anche la coesione sociale, la pace e la stabilità.

Il Terzo Vertice dei Capi di Stato e di Governo del Consiglio d'Europa (Varsavia, maggio 2005) ha fatto esplicito riferimento al dialogo interculturale nel suo Piano d'azione.

La ''Dichiarazione di Faro'', adottata dalla conferenza dei Ministri della cultura europei (Faro, Portogallo, ottobre 2005), annuncia la strategia del Consiglio d'Europa per lo sviluppo del dialogo interculturale.

Allo scopo di coordinare le diverse attività portate avanti in questo campo, Gabriella Battaini Dragoni (Direttrice generale dell'Educazione, cultura e patrimonio, gioventù e sport) è stata nominata ''Coordinatrice per il dialogo interculturale'' del Consiglio d'Europa.

29-30 giugno 2009, Strasburgo: Incontro sulla dimensione religiosa del dialogo interculturale

13-14 settembre 2010, Conferenza a Ohrid: ''Media, religione e credo''
''Il ruolo dei media nella promozione del dialogo interculturale, della tolleranza e della comprensione reciproca: libertà d'espressione dei media e rispetto della diversità culturale e religiosa'', è questo il tema al centro dell'incontro organizzato dal Consiglio d'Europa e dalla Presidenza del suo Comitato dei Ministri tenutosi il 13 e 14 settembre a Ohrid (ex Repubblica jugoslava di Macedonia). 
Maggiori informazioni [en]


29-30 giugno 2009, Strasburgo: Incontro sulla dimensione religiosa del dialogo interculturale (segue...)
 

16-17 maggio 2005, Varsavia - Terzo vertice: promuovere la diversità culturale

16-17 maggio 2005, Varsavia - Terzo vertice: promuovere la diversità culturale

Il vertice di Varsavia si è concluso con l'adozione di una Dichiarazione politica con la quale i capi di stato e di governo del Consiglio d'Europa "incoraggiano un'identità e un'unità europee fondate su dei valori fondamentali condivisi, il rispetto del nostro patrimonio comune e la diversità culturale".