Sala stampa

GRECO

L’organo anti-corruzione invita gli Stati ad accrescere la trasparenza del finanziamento politico

09/05/2012

Nel suo rapporto annuale, il GRECO esorta i suoi Stati membri ad istituire sistemi trasparenti per il finanziamento dei partiti politici e delle campagne elettorali
L’organo anti-corruzione invita gli Stati ad accrescere la trasparenza del finanziamento politico
GRECO 

Strasburgo, 09.05.2012 – Il Gruppo di Stati contro la corruzione istituito dal Consiglio d’Europa (GRECO) ha oggi sollecitato i propri Stati membri a stabilire dei sistemi trasparenti per il finanziamento dei partiti politici e delle campagne elettorali. Nel suo rapporto annuale, il Greco, pur riconoscendo l’importanza degli sforzi già compiuti dagli Stati per migliorare l’ambito regolamentare, ha evidenziato un certo numero di lacune normative:

· Le legislazioni nazionali spesso trascurano le esigenze di trasparenza quando si tratta di certe fonti di finanziamento dei partiti, per esempio le donazioni in natura, le quote degli aderenti, i prestiti o il mecenatismo

· Le donazioni anonime sono ancora possibili in alcuni paesi

· In molti paesi, la legislazione non tiene conto degli organi locali dei partiti politici e di altre entità coinvolte nelle campagne elettorali

· Spesso, le informazioni di natura finanziaria non sono pubblicate in modo facilmente accessibile, né in tempo utile

· Numerosissimi Stati non dispongono di un organo di controllo realmente indipendente e, in alcuni di loro, tale organo non esiste o esercita unicamente funzioni limitate

· Le sanzioni sono spesso ridotte, non sufficientemente flessibili, di portata limitata o non sono applicate.

Per quanto concerne i reati di corruzione attiva e di traffico di influenze, il GRECO constata un elevato grado di rispetto delle disposizioni della Convenzione penale sulla corruzione, ma sottolinea che alcuni Stati devono sostituire un certo numero di leggi frammentarie con una normativa organica contro la corruzione. (segue...)

 

 
 
 

Comunicati stampa

L'agenda