Sala stampa

Segretario generale

Jagland deplora il rifiuto di Lukashenko di graziare i due uomini condannati a morte per l’attentato alla metro di Minsk

15/03/2012

"La Bielorussia è il solo paese in Europa a ricorrere alla pena capitale"
Jagland deplora il rifiuto di Lukashenko di graziare i due uomini condannati a morte per l’attentato alla metro di Minsk
Il segretario generale Thorbjørn Jagland 

Strasburgo, 15.03.2012 – Il Segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjørn Jagland, ha oggi deplorato la decisione del Presidente Lukashenko di non concedere la grazia a Dmitry Konovalov e Vladislav Kovalyov, condannati a morte nel novembre 2011 per l’attentato dinamitardo alla metropolitana di Minsk.

 

"La Bielorussia è il solo paese in Europa ad eseguire ancora condanne a morte. Nel violare i diritti umani fondamentali e le norme democratiche, il governo della Bielorussia isola sempre più il paese e il popolo bielorusso dal resto del mondo”, ha affermato Jagland.

 

Si consulti anche: APCE: ultimo appello alla clemenza per Dmitry Konovalov e Vladislav Kovalev

 
 
Segretario generale
23/04/2014
In primo piano
L’Europa fa un passo in avanti importante verso la protezione dei diritti delle donne, afferma il Segretario generale Jagland
Secretary General Jagland 
La Convenzione di Istanbul entra in vigore
Comitato dei Ministri
24/04/2014
In primo piano
Il Comitato dei Ministri condanna le recenti esecuzioni in Bielorussia
 
 

Comunicati stampa

L'agenda