Sala stampa

Comitato dei Ministri

Il Ministro britannico degli Affari esteri: le riforme nel campo dei diritti umani sono fondamentali per l’Europa

07/11/2011

William Hague e Thorbjørn Jagland
William Hague e Thorbjørn Jagland 

Il Ministro degli Affari esteri del Regno Unito, William Hague, ha oggi sottolineato la determinazione e l’impegno politico del suo governo nel portare avanti le riforme essenziali della Corte europea dei diritti dell’uomo durante la Presidenza britannica del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa.

In un breve discorso pronunciato poco prima del passaggio ufficiale dei poteri dall’Ucraina al Regno Unito, Hague ha affermato che i diritti umani, al centro della politica estera britannica, sono un tema di importanza primordiale per la nuova presidenza. Il Regno Unito, uno dei primi firmatari della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, cercherà di raggiungere un ampio consenso sulla riforma della Corte.

“Nel Regno Unito esiste una tradizione consolidata di proteggere i diritti e le libertà fondamentali. Questa è la ragione per cui desideriamo che la Corte operi in maniera efficace e si concentri sulle violazioni più gravi dei diritti umani”, ha dichiarato, sottolineando la sua preoccupazione riguardo alla tendenza della Corte di sostituire le sue decisioni a quelle adottate dalle giurisdizioni nazionali.


Il Ministro si è inoltre dichiarato favorevole all’adesione dell’Unione europea alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo, sebbene abbia segnalato la necessità di negoziazioni in seno all'Ue in modo da partire su buone basi.

Il Segretario generale Thorbjørn Jagland ha accolto con favore l’inizio della Presidenza britannica.
 

Priorità della Presidenza britannica

Sito web del Comitato dei Ministri

Galleria foto

Conferenza stampa - audio

 
 
Segretario generale
16/04/2014
In primo piano
Il Segretario generale Thorbjørn Jagland: “l’Europa nella più grande crisi dei diritti umani dalla Guerra Fredda”
Nuovo rapporto sullo stato dei diritti umani, della democrazia e dello stato di diritto in Europa
 

Comunicati stampa

L'agenda