Sala stampa

Concorso europeo di perorazione giuridica sulla Convenzione europea dei diritti umani

La squadra della City University London vince il Concorso europeo di perorazione giuridica

28/02/2014

La squadra della City University London vince il Concorso europeo di perorazione giuridica
 

Strasburgo, 26.02.2014 – Gli studenti della City University London (Regno Unito) sono i vincitori della seconda edizione del Concorso europeo di perorazione giuridica, in lingua inglese, sulla Convenzione europea dei diritti dell'uomo. La finale li ha visti competere contro gli studenti dell'Università Kapodistrienne di Atene (Grecia). Il premio per il miglior oratore è stato conferito a Emmanouil Giakoumakis (Grecia) mentre quello per le migliori osservazioni scritte è stato assegnato alla squadra dell'Università di Helsinki (Finlandia).

La finale si è tenuta il 26 febbraio presso la Corte europea dei diritti dell'uomo a Strasburgo. La giuria della finale, composta da eminenti personalità tra cui giudici della Corte ed esponenti del mondo accademico, è stata presieduta da Johannes Silvis, giudice presso la Corte europea dei diritti dell'uomo.

Il concorso riprende la procedura seguita per l'esame di un ricorso dinanzi alla Corte europea dei diritti dell'uomo. Sedici squadre universitarie provenienti da dieci paesi (Germania, Austria, Finlandia, Grecia, Irlanda, Lettonia, Romania, Regno Unito, Serbia, Svezia) si sono affrontate nella discussione di un caso fittizio riguardante la diffamazione e il discorso dell'odio legati alla libertà di espressione e dei media.

Obiettivo di questo concorso di perorazione giuridica è quello di fornire una formazione pratica sulla Convenzione europea dei diritti dell'uomo e sulla sua applicazione a studenti di giurisprudenza europei che saranno i giudici, gli avvocati o i giuristi di domani. La squadra vincitrice si aggiudica uno stage presso la Corte europea dei diritti dell'uomo. (segue...)

- Dossier
- Galleria foto
- Discorso della Vice Segretario generale, Gabriella Battaini-Dragoni

 
 
 

Comunicati stampa

L'agenda