Sala stampa

Commissario per i diritti umani

È tempo di stabilire le responsabilità nei casi di tortura da parte della CIA

11/09/2013

È tempo di stabilire le responsabilità nei casi di tortura da parte della CIA
Nils Muižnieks 

Strasburgo, 11/9/2013 – Dodici anni fa, circa tremila persone hanno perso la vita negli attentati terroristici perpetrati a New York e a Washington. Le commemorazioni di questo dramma rappresentano l’occasione per rendere omaggio alle vittime innocenti, ma anche per riflettere sulle misure di lotta contro il terrorismo adottate dagli Stati Uniti e dall’Europa. In nome di questa lotta, sono state autorizzate detenzioni illegali e tecniche d’interrogatorio paragonabili ad atti di tortura, così che la reazione agli attentati ha causato, a sua volta, nuove sofferenze e violazioni dei diritti umani, ha dichiarato Nils Muižnieks, Commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, pubblicando quest’oggi il suo nuovo “Human rights comment”.

Fino a oggi, i governi si sono rifiutati di stabilire la verità e di riconoscere la loro complicità nel programma illegale di “consegne straordinarie” attuato dalla CIA in Europa tra il 2002 e il 2006. Questo programma ha comportato il rapimento e la detenzione di persone sospettate di terrorismo, alcune tra le quali hanno anche subito maltrattamenti. Spesso un abuso del segreto di Stato ha intralciato le iniziative giudiziarie e parlamentari che miravano a determinare le responsabilità. Certamente il segreto è a volte necessario per proteggere lo Stato ma non deve mai servire come pretesto per dissimulare violazioni gravi dei diritti dell’uomo. (segue...)

 

Video messaggio

 

Consultare anche:

Rapporto dell'Assemblea parlamentare sulle "consegne straordinarie" della CIA

 
 
Segretario generale
23/04/2014
In primo piano
L’Europa fa un passo in avanti importante verso la protezione dei diritti delle donne, afferma il Segretario generale Jagland
Secretary General Jagland 
La Convenzione di Istanbul entra in vigore
Comitato dei Ministri
24/04/2014
In primo piano
Il Comitato dei Ministri condanna le recenti esecuzioni in Bielorussia
 
 

Comunicati stampa

L'agenda