Sala stampa

Commissione di Venezia

Gli esperti di diritto del Consiglio d’Europa elogiano l’ultima bozza di costituzione della Tunisia ma evidenziano possibili “tensioni” tra lo stato civile e la religione tra le altre preoccupazioni

18/07/2013

Gli esperti di diritto del Consiglio d’Europa elogiano l’ultima bozza di costituzione della Tunisia ma evidenziano possibili “tensioni” tra lo stato civile e la religione tra le altre preoccupazioni
 Gamma

Strasburgo 18.07.2013 – Gli esperti di diritto costituzionale del Consiglio d’Europa, la Commissione di Venezia, hanno espresso apprezzamento oggi per gli sforzi compiuti dalla Tunisia nel redigere una nuova costituzione basata sui “principi universali della democrazia e dei diritti umani”.

L’ultima bozza di costituzione riflette un sistema di governo “semi-presidenziale” con un presidente eletto direttamente che condivide il potere esecutivo con un primo ministro proveniente dal partito più forte.

Gli undici relatori della Commissione apprezzano, inoltre, che la bozza garantisca diritti fondamentali quali il diritto alla privacy e a un processo equo.

Accolta con favore anche la creazione, per la prima volta nella storia della Tunisia, di una corte costituzionale indipendente.

Tuttavia gli esperti richiedono modifiche attente rivolte al sistema dei controlli e contrappesi nelle relazioni tra il presidente e il primo ministro, nonché un linguaggio più esplicito per assicurare che i diritti fondamentali come la liberta di riunione e di associazione non siano limitati più del necessario. (segue...)

Consultare anche:
Il Consiglio d’Europa e la Primavera araba

 
 
 

Comunicati stampa

L'agenda