Crea/Mostra articolo

Il 2012 IN BREVE


 

Di seguito è riportata l'agenda del Consiglio d'Europa per il 2012. È possibile accedere al programma del mese cliccando sui link del calendario qui a destra.

NOVEMBRE

Data da confermare, Oslo
La Commissione di Venezia organizzerà una Conferenza sulla protezione delle minoranze

4-6 Istanbul
Emancipazione politica e socioeconomica delle donne, basata su racconti di esperienze vissute. La conferenza offrirà a donne con storie diverse un ambito di dialogo per scambiare esperienze e favorire il reciproco arricchimento di idee. Saranno esaminate le questioni riguardanti le sfide e gli ostacoli che devono affrontare le donne e saranno proposte alcune soluzioni pratiche. La conferenza è co-organizzata dal Centro Nord-Sud, dall’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE) e dalle autorità turche, con la partecipazione del Congresso dei poteri locali e regionali.
Per maggiori informazioni

5, Strasburgo
Il Segretario generale Thorbjørn Jagland incontrerà il ministro ungherese delle risorse nazionali, Zoltán Balog.

5-7, Baku 
Il Commissario per i diritti umani, Nils Muižnieks, parteciperà al Forum intitolato “Sicurezza e attori dei media online”, nell’ambito del Forum sulla governance di Internet.  Sono inoltre previsti alcuni incontri ufficiali.

5-9, Baku 
Il 7 novembre, il Consiglio d’Europa organizza, in cooperazione con l’Unione europea di radiodiffusione (UER), l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) e l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (UNESCO), un forum aperto sulla sicurezza dei professionisti e dei protagonisti dei media online, in occasione del Forum sulla governance di internet (FGI), organizzato dalle Nazioni Unite. Interverranno all’apertura dell’evento il Commissario per i diritti umani, Nils Muižnieks, il Presidente dell’UER, Jean-Paul Philippot, e la Vice Presidente della Commissione europea, Neelie Kroes.
Il Consiglio d’Europa organizza inoltre altri eventi sui seguenti temi: tendenze del tracking online e come permettere agli internauti di sapere quando sono ‘spiati’, prevenire l’utilizzo di internet per scopi terroristici, combattere il discorso dell’odio online, permettere agli internauti di esercitare i loro diritti e proteggere la libera circolazione transfrontaliera del traffico di internet. Alla vigilia della riunione del FGI, una conferenza del Consiglio d’Europa esaminerà l’applicazione nei paesi dell’Est e del Sud-est dell’Europa dell’Articolo 15 della Convenzione sulla criminalità informatica, mirante a  proteggere gli internauti contro indebite intrusioni.
Programma
Per maggiori informazioni

5-9, Strasburgo,
Centro europeo della gioventù
Conferenza della Rete dei giovani ambasciatori per la pace


5 novembre – 1 dicembre – Una formazione online per l’educazione alla cittadinanza mondiale sul tema dei diritti umani sarà organizzata dal Centro Nord-Sud.
Per maggiori informazioni

6, Strasburgo 
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto diciannove sentenze riguardanti Albania, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Grecia, “ex Repubblica jugoslava di Macedonia”, Malta, Romania, Regno Unito, Russia, Serbia e Slovenia.
Per maggiori informazioni- Sito internet della CEDU

6, Strasburgo 
Il Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (CPT) pubblicherà il suo rapporto generale annuale.

6-8, Budapest (Centro europeo della gioventù) 
Conferenza della Rete “giovani ambasciatori per la pace”. Il programma Giovani ambasciatori per la pace pone in risalto e sostiene il ruolo che può essere svolto dai giovani nel consolidamento della pace, per potere vivere insieme, nel rispetto della dignità e del dialogo. Le attività coinvolgono una rete di giovani formatori, che promuovono i valori del Consiglio d’Europa nelle aree e presso le comunità colpite dai conflitti. Le tematiche al centro del programma sono i diritti umani, il dialogo interculturale, la partecipazione dei giovani e i processi a favore della cittadinanza democratica in Europa.

6-10, Ankara, Istanbul e Hatey 
Josette Durrieu (Francia, SOC), Relatrice per il dialogo di post-monitoraggio con la Turchia a nome dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), effettuerà una visita informativa nel paese.
Per maggiori informazioni

7, Parigi 
Una conferenza organizzata dal Consiglio consultivo dei giudici europei (CCEJ) e dall’Ordine degli avvocati di Parigi riunirà giudici e avvocati europei per esaminare come organizzare meglio le loro reciproche relazioni, al fine di ottenere una giustizia più efficace.
La Conferenza si svolgerà presso l’auditorium della Maison du Barreau (2 Rue de Harley, 75001 Paris) dalle 9 alle 18:00.
Il CCJE adotterà inoltre un parere sulla specializzazione dei giudici nel corso della propria riunione plenaria il 5 e 6 novembre a Parigi.
Programma della Conferenza

7, Strasburgo 
Una conferenza intitolata “Verso la trasparenza 2.0 – Focus sulla concentrazione dei media” sarà organizzata in occasione della celebrazione del 20° anniversario dell’Osservatorio europeo dell'audiovisivo.
Il Segretario generale Jagland parteciperà all’evento, che inizierà alle ore 16:00 (Palais de l’Europe, sala 5, 2° piano)
Per maggiori informazioni

7, Strasburgo 
La Corte europea dei diritti dell’uomo terrà un’udienza di Grande Camera nel caso Sindicatul ‘Pastorul cel Bun’ c. Romania (ore 9:15), relativa al rifiuto di riconoscere in quanto sindacato un’associazione comprendente membri del clero e personale laico della Chiesa ortodossa.
Per maggiori informazioni - Sito internet della CEDU

7-8, Bruxelles
Il Comitato dei Presidenti dell’APCE si riunirà insieme alla Conferenza dei Presidenti del Parlamento europeo per affrontare questioni di comune interesse. Parallelamente, il Presidente dell’APCE, Jean-Claude Mignon, avrà numerosi incontri bilaterali in questa occasione.

7-9, Praga e Stoccolma
Nel quadro della preparazione del suo rapporto ‘Porre fine alla sterilizzazione e alla castrazione forzata’, Liliane Maury Pasquier (Svizzera, SOC) effettuerà una visita informativa in questi due paesi.

8, Tirana 
Il Segretario generale Jagland si recherà a Tirana in occasione del cambio della presidenza del Comitato dei Ministri, che passa dall’Albania a Andorra. Avrà incontri di alto livello sul seguito dato al rapporto preparato dal Gruppo di eminenti personalità del Consiglio d’Europa “Vivere insieme”. Incontrerà il Premier albanese, Sali Berisha, e il ministro degli Affari esteri, Edmond Panariti, attuale presidente del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa e i partecipanti al programma della Scuola albanese di Studi politici.

8, Strasburgo 
La Corte europea dei diritti dell’uomo notificherà per iscritto tredici sentenze riguardanti Germania, Francia, Ungheria, Italia, Portogallo e Slovenia.
Per maggiori informazioni- Sito internet della CEDU

8-9, Tirana 
Il Segretario generale Jagland pronuncerà il discorso di apertura della conferenza di alto livello sulla diversità in Europa in quanto vantaggio per il futuro. Saranno trattati i seguenti temi: promozione del dialogo interculturale, ruolo dell’educazione e contributo della gioventù alla promozione della reciproca comprensione, della tolleranza e di una migliore integrazione nella società. La Conferenza fa seguito alla pubblicazione nel 2011 del rapporto “Vivere insieme”.

8-9, Berlino 
Il Congresso dei poteri locali e regionali (Congresso) parteciperà all’Assemblea generale e alla Conferenza annuale dell’Associazione delle regioni frontaliere europee.
Per maggiori informazioni

8-9, Strasburgo
Alexander Scrymgeour, Earl of Dundee (Regno Unito, GDE), Presidente della Sottocommissione Sanità pubblica e Jim Dobbin (Regno Unito, SOC), Vicepresidente, parteciperanno al Workshop internazionale sulla consultazione dei cittadini sul diritto alla protezione sanitaria, organizzato dalla Divisione Coesione sociale e Integrazione del Consiglio d’Europa.

8-11, Parigi
Nell’ambito del Programma congiunto Consiglio d’Europa/ Commissione europea sugli Itinerari culturali, l’Istituto europeo degli itinerari culturali (IEIC) parteciperà al Salone internazionale del Patrimonio culturale, che si terrà presso il “Carrousel du Louvre”.

9, Tirana
La presidenza del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa passerà dall’Albania a Andorra.

9-17, Roma
Festival internazionale del film di Roma e Premio Eurimages allo Sviluppo della Coproduzione.

12-13, Strasburgo
Riunione del Comitato dei partiti del Gruppo di esperti sulla lotta contro la tratta di esseri umani (GRETA)

13-14, Parigi
Conferenza del Gruppo Pompidou

15-16, Parigi
Il Congresso dei poteri locali e regionali parteciperà all'Assemblea generale e alla Conferenza della Rete europea degli istituti di formazione per enti locali e regionali (ENTO).

16, Bruxelles
Riunione della giuria per la Capitale europea della gioventù 2015

17-18, Montréal
Il Consiglio d'Europa parteciperà alle riunioni dell'Agenzia mondiale antidoping (WADA)
 
17-24, luogo da confermare
Settimana di educazione alla cittadinanza mondiale, organizzata dal Centro Nord-Sud

21, Strasburgo
Scambio di opinioni tra il Presidente del Congresso dei poteri locali e regionali, Keith Whitmore, e i Delegati dei Ministri

22-23, Bruxelles
Riunione dei coordinatori del progetto città interculturali

26-27,Ginevra
La Commissione Migrazioni, Rifugiati e Profughi dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (APCE) organizza un'audizione il 26 novembre sul tema "Eque ed efficaci procedure di espulsione dei migranti in situazione irregolare e dei richiedenti asilo respinti: tutela dei diritti fondamentali e della dignità dei rimpatriati". Il giorno successivo, la Commissione dovrebbe adottare il rapporto di Tina Acketoft (Svezia, ADLE) su "La guerra tra la Georgia e la Russia: situazione umanitaria nelle regioni colpite dal conflitto" e il rapporto di Annette Groth (Germania, GUE) su "La tratta di lavoratori migranti a scopo di lavoro forzato".
Ordine del giorno provvisorio 

26-28, Baku
Pedro Agramunt (Spagna PPE/DC), co-relatore dell'APCE per il monitoraggio dell'Azerbaigian effettuerà una visita nel paese per valutare il rispetto degli obblighi e impegni assunti nei confronti del Consiglio d'Europa.
Una conferenza stampa è prevista mercoledì 28 novembre alle ore 18 presso l'Ufficio del Consiglio d'Europa a Baku (39-41 Boyuk Gala Street, Icheri Sheher).

26-29, "ex Repubblica jugoslava di Macedonia" 
Il Commissario per i diritti umani, Nils Muižnieks, si recherà nel paese per una serie di riunioni ufficiali.

26-30, Strasburgo
Riunione del Gruppo di esperti sulla lotta contro la tratta di esseri umani (GRETA).

27, Strasburgo 
La Corte europea dei diritti dell'uomo comunicherà ventidue sentenze per iscritto, riguardanti Armenia, Bulgaria, Croazia, Georgia, Lettonia, Lituania, Romania, Russia, Slovacchia, "ex-Repubblica jugoslava di Macedonia", Spagna, Turchia e Ungheria.
Per maggiori informazioni- Sito internet della CEDU

27-28, Budapest 
Thorbjørn Jagland e George Soros, Fondatore delle Open Society Foundations, incontreranno i rappresentanti di numerose organizzazioni europee e internazionali per riflettere su come contrastare il discorso dell'odio – in particolare online- tutelando al contempo la libertà di espressione.
Per maggiori informazioni

27-28, Ankara 
Come applicare con efficacia delle strategie nazionali integrate di lotta alla violenza sui minori e rafforzare i sistemi di tutela dell'infanzia? Come garantire maggiore responsabilizzazione e reattività in materia di protezione dei diritti dell'infanzia ed eliminare la violenza? Sono queste alcune delle questioni che saranno esaminate in occasione di una Conferenza organizzata dal Governo turco, dal Consiglio d'Europa, dall'UNICEF e dal Rappresentante Speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite sulla violenza sui minori.
La Conferenza riunirà responsabili nazionali di alto livello, difensori civici, professionisti, organizzazioni della società civile, ricercatori, per analizzare e scambiare esperienze e buone pratiche, predisporre iniziative concrete e definire le future azioni prioritarie da condurre nella regione, alla luce delle conclusioni dello Studio mondiale delle Nazioni Unite sulla violenza nei confronti dell'infanzia.

27-30, Strasburgo
I cambiamenti climatici, le specie esotiche invadenti, le zone protette, l'uccisione illegale di uccelli e la biodiversità saranno all'ordine del giorno della riunione annuale del Comitato permanente della Convenzione di Berna.
Programma

28, Strasburgo 
La Corte europea dei diritti dell'uomo terrà un'udienza di Grande Camera nel caso Vinter e altri c. Regno Unito (ore 9:15), riguardante il ricorso di tre condannati al carcere a vita che lamentano che la loro condanna costituisce un trattamento inumano e degradante poiché non hanno alcuna speranza di essere scarcerati.
Per maggiori informazioni - Sito internet della CEDU

28-29, Strasburgo 
Il 28 novembre, il Segretario generale del Consiglio d'Europa, Thorbjørn Jagland, incontrerà il Ministro serbo della Giustizia e della Pubblica amministrazione, Nikola Selaković, e il Vice Ministro della Giustizia russo, Maxim Travnikov. Il 29 novembre, incontrerà la Presidente del Gruppo di alto livello per la libertà e il pluralismo dei media ed ex Presidente lettone, Vaira Vike-Freiberga, e il Ministro della Pubblica istruzione e della Gioventù di Andorra, Roser Suñé Pascuet.Gruppo Pompidou: Raccogliere le nuove sfide poste dal commercio illegale di droga

28-30, Strasburgo 
Esperti internazionali e rappresentanti dei pubblici poteri di numerosi paesi del mondo parteciperanno a questa riunione del Gruppo Pompidou mirante a valutare la minaccia rappresentata dai cosiddetti « precursori» − ossia le sostanze chimiche legali che possono essere utilizzate per produrre droghe illecite nei laboratori clandestini. Per sensibilizzare i media sulla gravità del problema, sarà esposto un furgone della polizia appositamente equipaggiato per smantellare i laboratori clandestini che fabbricano droghe di sintesi. Alcune sessioni saranno dedicate alle azioni condotte a livello europeo, quali le nuove proposte legislative dell'Unione europea. Sarà inoltre esaminato il ruolo dell'industria chimica e farmaceutica nella prevenzione della deviazione dei precursori di droghe; i rappresentanti dei pubblici poteri presenteranno i problemi specifici dei loro rispettivi paesi.

28-30, Strasburgo 
Riunione del Comitato ad hoc di esperti sulle questioni rom (CAHROM). Tra i punti all'ordine del giorno figurano la questione degli alloggi sociali per i rom, una scuola inclusiva, rispetto alle classi e scuole speciali, la tratta di esseri umani e l'autodeterminazione delle donne e dei giovani rom.
Maggiori informazioni e ordine del giorno

28-30, Strasburgo
Conferenza sull'applicazione della Carta del Consiglio d'Europa sull'educazione alla cittadinanza democratica e l'educazione ai diritti umani.

29-30, Andorra La Vella
Il 29 novembre, l'Ufficio di Presidenza metterà a punto l'ordine del giorno della prossima sessione dell'APCE (21-25 gennaio 2013) e dovrebbe approvare i rapporti sull'osservazione delle recenti elezioni legislative in Georgia, Montenegro e Ucraina, che saranno sottoposti per discussione alla Commissione permanente il giorno successivo.
Il 30 novembre, dopo l'apertura della riunione della Commissione permanente da parte del Presidente dell'APCE, Jean-Claude Mignon, il Presidente del Parlamento di Andorra si rivolgerà ai partecipanti, che avranno successivamente uno scambio di opinioni con il Ministro degli Affari esteri andorrano. La Commissione dovrebbe inoltre adottare i testi dei seguenti rapporti: "L'adozione internazionale: garantire il rispetto dell'interesse superiore del minore", "I diritti umani e i tribunali della famiglia" e "Il ruolo delle ONG nella lotta contro l'intolleranza, il razzismo e la xenofobia". Un dibattito di attualità sul "Caso di Malala Yousafzai e il diritto delle giovani all'istruzione" è stato richiesto dal Gruppo PPE/DC.
Parteciperà alle riunioni la Vice Segretario generale del Consiglio d'Europa, Gabriella Battaini-Dragoni.
Ordine del giorno provvisorio

29-30, Roma
Una conferenza internazionale analizzerà i differenti interventi da mettere in atto, quali l'adozione di legislazioni più incisive, che prevedano l'introduzione di una competenza extraterritoriale, l'estradizione e il perseguimento dei colpevoli, l'elaborazione di progetti di cooperazione efficaci e di politiche concertate in materia di prevenzione e di educazione, con l'obiettivo di rafforzare la cooperazione internazionale per combattere lo sfruttamento e l'abuso sessuale dei minori.
Questa Conferenza è organizzata dal Consiglio d'Europa, in collaborazione con il Ministero degli Affari esteri italiano, la presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero della Giustizia italiano.
Inizierà giovedì 29 novembre, alle ore 9:00, presso il Ministero degli Affari esteri (Piazzale della Farnesina, 1).

29-30, Strasburgo 
La conferenza è organizzata congiuntamente dal Consiglio d'Europa, dalla Commissione europea e dall'European Wergeland Centre, e sarà aperta dal Segretario generale Jagland. Intende esaminare l'impatto della Carta del Consiglio d'Europa sull'educazione alla cittadinanza democratica e ai diritti dell'uomo. Riunirà rappresentanti degli Stati firmatari della Convenzione culturale europea, operatori dell'educazione, rappresentanti di organizzazioni giovanili e della società civile, per fare un bilancio dei progressi compiuti e definire le strategie future.
Sito internet della Conferenza - ProgrammaPagina Facebook

29-30, Rabat (Marocco) 
La Commissione di Venezia, in cooperazione con il Consiglio costituzionale del Regno del Marocco, organizzerà un seminario sull'eccezione di incostituzionalità.

30, Bruxelles
Nell'ambito della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza nei confronti delle donne (25 novembre), il senato belga, in cooperazione con il network parlamentare "Il diritto delle donne di vivere libere dalla violenza", organizzerà un seminario nel corso del quale la Vice Primo Ministro e Ministro dell'Interno e delle Pari opportunità e il presidente del Senato belga interverranno per annunciare la prossima ratifica da parte del paese della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.
Programma provvisorio 

30, Mosca 
L'Osservatorio europeo dell'audiovisivo presenterà il nuovo rapporto di Nevafilm relativo all'industria cinematografica russa sul tema "La circolazione di film russi e dell'Europa occidentale in Europa e nel mondo".