Human Rights

I diritti umani nelle società culturalmente diverse: sfide e prospettive

12-13 novembre 2008, l’Aia (Paesi Bassi)

 

Quali sono gli strumenti necessari per sostenere l'ascesa di società culturalmente diverse che promuovono i principi della democrazia dei diritti umani e lo stato di diritto e far sì che restino socialmente coese?

Trovare delle risposte ad una simile sfida rappresenta la motivazione principale della conferenza dal titolo “I diritti umani in società culturalmente diverse: sfide e prospettive” organizzata dal Consiglio d’Europa all’Aia il 12 ed 13 novembre. Guusje ter Horst, ministro olandese degli Affari interni e delle relazioni del Regno, Maud de Boer-Buquicchio, vice segretario generale ed Eva Smith-Asmussen, presidente della Commissione europea contro il razzismo e l'intolleranza (ECRI), hanno preso parte alla conferenza basata sul Libro bianco del Consiglio d’Europa sul dialogo interculturale pubblicato nel maggio 2008.

Agli esperti saranno poste diverse domande chiave su altrettante questioni fondamentali: la libertà di parola può essere considerata davvero illimitata? Quale dovrebbe essere la relazione tra stato e religione? Come potremmo assicurare il pieno godimento della libertà d’associazione per tutti?

Lo scopo delle discussioni è quello di contribuire allo sviluppo degli approcci della politica in tema di diritti umani per meglio gestire la diversità culturale.

Crea/Mostra articolo

Il Consiglio d'Europa lancerà, nel corso della conferenza, due opere concernenti rispettivamente il discorso dell'odio e l'esibizione di simboli religiosi nei luoghi pubblici, due tematiche all'origine di accese controversie in questi ultimi anni in Europa. (segue...)

  • Manuale sull’esibizione di simboli religiosi nei luoghi pubblici

Come deve essere esercitata nell’Europa di oggi la libertà di religione o convinzione? La portata sempre più ampia raggiunta da tale questione e l’interesse crescente che suscita hanno motivato l’elaborazione di questo manuale. Il rilievo attribuito alle religioni o alle convinzioni varia a seconda delle epoche e dei contesti socio-politici e le risposte differiscono notevolmente da un paese all’altro. (segue...)

  • Manuale sul discorso dell’odio

Il presente manuale estrapola, dall’insieme dei testi applicabili in materia nonché dai principi derivanti dalla giurisprudenza della Corte europea dei Diritti dell’Uomo o da altri organi, alcuni parametri che permettono di distinguere i termini che sono protetti dal diritto alla libertà d’espressione, sebbene a volte offensivi, da quelli che invece non lo sono. (segue [fr]...)