Mettere in pratica la politica linguistica del Consiglio d’Europa

Centro europeo per le lingue vive: 15 anni al servizio della promozione dell’eccellenza nell’educazione alle lingue straniere


Parlare e comprendere la lingua dell’altro è un requisito preliminare fondamentale per imparare a vivere insieme in un’Europa senza divisioni. Per affrontare tale sfida, il Consiglio d’Europa ha creato nel 1995, a Graz (Austria), il Centro europeo per le lingue vive (CELV), un’istituzione unica nel suo genere, con la missione di incoraggiare l’eccellenza e l’innovazione nell’insegnamento delle lingue e di aiutare gli Europei a imparare le lingue in modo più efficace.

Gli obiettivi perseguiti dal CELV mirano a sostenere i suoi Stati membri nell’attuazione di politiche efficaci per l’insegnamento delle lingue, finalizzate a valorizzare la pratica dell’apprendimento e dell’insegnamento linguistico, a promuovere il dialogo e gli scambi tra gli esperti del settore, a formare i docenti affinché possano svolgere il ruolo di "moltiplicatori" e a fornire sostegno alle reti e ai progetti di ricerca collegati al programma del Centro.

IL CELV, le cui attività poggiano sui valori fondatori e costitutivi del Consiglio d’Europa e sul suo ruolo di pioniere nel campo dell’educazione alle lingue, occupa una posizione privilegiata e funge da catalizzatore per stimolare la realizzazione delle riforme nel campo dell’insegnamento e dell’apprendimento delle lingue.

Sapevate che il 26 settembre si celebra la Giornata europea delle lingue?

Dal 2001, su iniziativa del Consiglio d'Europa (Strasburgo), la data del 26 settembre è dedicata alla celebrazione della Giornata europea delle lingue. Nel 2011, il Consiglio d'Europa festeggia il 10° anniversario di questa ricorrenza.

Gli 800 milioni di europei dei 47 Stati membri del Consiglio d'Europa sono incoraggiati all’apprendimento di più lingue, a qualsiasi età, dentro e fuori il contesto scolastico.

Nella convinzione che la diversità linguistica apra la strada ad una migliore comunicazione interculturale e sia un elemento chiave del ricco patrimonio culturale del nostro continente, il Consiglio d'Europa sostiene il plurilinguismo attraverso tutta l'Europa.

Crea/Mostra articolo

15 anni di fruttuosa cooperazione

“Il Centro europeo per le lingue vive opera in quanto catalizzatore e fornisce mezzi di supporto per accompagnare il cambiamento nell’educazione in seno ai suoi 34 Stati membri” ha sottolineato Gabriella Battaini-Dragoni, direttrice generale per l’Educazione, la Cultura e il Patrimonio, la Gioventù e lo Sport, in occasione della celebrazione del 15° anniversario del Centro, il 1° luglio a Graz. Le autorità austriache, all’unanimità, hanno elogiato i positivi risultati ottenuti dal Centro. Il Centro rappresenta “una riuscita eccezionale” ha dichiarato Claudia Schmied, ministro federale dell’Istruzione, delle Arti e della Cultura dell’Austria, aggiungendo che, nelle nostre società globalizzate, “il plurilinguismo è più importante che mai”.

Guarda il video [en]

Guarda lo spot della Giornata

Lo slogan "Parlami" della Giornata ha ispirato il videoclip realizzato nel 2011.

Informazioni ai media

Dichiarazione di Graz [en]

''Educazione di qualità per persone poliglotte che vivono in società multilingue''