Conferenza sulla cooperazione contro la criminalità informatica

Strasburgo (Francia), 23-25 marzo 2010



L’obiettivo della conferenza, che si tiene ogni anno dal 2007, è quello di rafforzare la cooperazione tra i settori pubblico e privato nella lotta contro i reati commessi tramite Internet. Per l’occasione, il Consiglio d’Europa riunisce esperti provenienti da tutto il mondo, rappresentanti dei governi, delle forze di polizia e dell’industria di Internet.

Nel corso dei seminari organizzati per l’edizione 2010, i partecipanti focalizzeranno l’attenzione sulla formazione dei giudici e dei procuratori in materia di criminalità informatica, sulle responsabilità degli organi preposti a contrastare il fenomeno, sulla lotta contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali commessi nei confronti dei bambini su Internet e sulla sicurezza e la tutela della privacy “in the clouds”.

I partecipanti, inoltre, faranno il punto sull’attuale legislazione in materia di criminalità informatica e metteranno in evidenza l’ispirazione universale della Convenzione sulla criminalità informatica del Consiglio d’Europa, unico trattato internazionale in materia, cui più di 100 paesi nel mondo fanno riferimento per rafforzare la loro legislazione in tal ambito. Al termine della conferenza, inoltre, è in programma il lancio di un appello a favore di un sostegno mondiale che permetta agli Stati di rispondere alle sfide legate alla criminalità informatica tramite un utilizzo ottimale degli strumenti e dei dispositivi esistenti, tra cui la convenzione stessa.

La conferenza, infine, offrirà l’occasione per dare forma al contributo del Consiglio d’Europa in vista del 12° Congresso delle Nazioni Unite sulla prevenzione del crimine e la giustizia penale che si terrà dal 12 al 19 aprile a Salvador (Brasile).

 

Maud de Boer-Buquicchio: ''La criminalità informatica è una minaccia per i nostri diritti''

All'apertura della Conferenza sulla cooperazione contro la criminalità informatica, il 23 marzo a Strasburgo, la Vice Segretario generale ha sottolineato che ''la criminalità informatica rappresenta una minaccia per i nostri diritti''. ''Lottare contro il cibercrimine è come sparare continuamente su un bersaglio in rapido movimento'', ha aggiunto. (segue...)

Per saperne di più sul Consiglio d'Europa e la criminalità informatica in immagini